5 tipi di coinquilini che ti possono capitare durante gli anni dell’università

Trovare un coinquilino…che avventura! Gli anni dell’università sono spesso quelli in cui si condivide l’appartamento, per scelta o meno. Spesso lo si fa con persone che prima non si conoscono e poi, a volte, diventano i tuoi migliori amici. Anche a te è successo? A noi sì! Ecco perché abbiamo deciso di scrivere un articolo dedicato ai vari tipi di coinquilini che si possono trovare, siamo sicuri che almeno uno di questi l’hai incontrato.

Coinquilino numero 1: l’amicone

È quello che è sempre amico di tutti, che conosce tantissima gente e che non resta mai da solo. È il coinquilino che non ti farà soffrire di solitudine ma che a volta vorresti scrollarti di dosso. Non è cattivo, è solo incapace di farsi gli affari suoi, vuole aiutarti anche quando proprio non vorresti nessuno intorno. E forse, a pensarci bene, sei fortunato ad averlo.

Coinquilino numero 2: il solitario

Al contrario dell’amicone, il solitario ama stare per i fatti suoi. Raramente condivide gli spazi comuni, pensa che sia meglio chiudersi in camera e farsi gli affari suoi. Anche lui, non lo fa con cattiveria: semplicemente, il suo carattere schivo e introverso lo porta ad essere più a suo agio in solitudine che in mezzo alla gente. Forse, con un coinquilino di questo tipo, dovrai essere tu a fare il primo passo e non è affatto escluso che il solitario diventi anche un buon amico.

Coinquilino numero 3: l’intellettuale

Partecipa a tutti gli eventi culturali promossi dall’università, è in prima linea in ogni manifestazione o evento politico. Studia con costanza e con profitto e diventerà sicuramente qualcuno di importante. Quando si tratta di socializzare, l’intellettuale lo fa a modo suo: parlando di filosofia e di politica con disinvoltura, ma guai a parlare di banali serie tv o di pettegolezzi sui professori: lui proprio non capisce il motivo di queste futili conversazioni.

Coinquilino numero 4: il locale

Non tutti i coinquilini vengono da città lontane, a volte ci sono anche ragazzi originari della città in cui ti sei trasferito. Il locale è quello che conosce ogni angolo della città e che di tanto in tanto ti invita a casa sua perchè la nonna oggi cucina le lasagne. Se senti nostalgia di casa, il locale ti aiuterà a superarla facendoti sentire di nuovo a casa.

Coinquilino numero 5: l’internazionale

L’internazionale parla correttamente quattro o cinque lingue e si circonda per lo più di Erasmus e di studenti stranieri. Non lo fa perchè si sente superiore a te che a stento comunichi in inglese, ma lo fa perchè ama scoprire nuove culture, conoscere nuovi modi di vivere la vita e ampliare i suoi orizzonti. Seguilo, potrai solo imparare.

Leave a Reply

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *